i miei ecco

non ho voglia. non c’è quella comune voglia di augurarmi qualcosa per l’anno nuovo, perchè immancabilmente questo vorrebbe dire scontrarmi con il non avverarsi di qualcosa. perchè, parliamoci chiaro, nulla è mai come lo vorremmo e abbiamo una certa età, io ce l’ho, per capire che non è possibile realizzare tutto quello che si desidera.

questo duemiladieci mi sta facendo faticare anche nel suo ultimo andare fra febbre alta, micia che si lancia dalla finestra, i topi ed il terremoto che invadono la casa dove avrei dovuto trascorrere i prossimi giorni e per concludere, per il momento, una nottata al prontosoccorso. credo sia un modo di dimostrarmi che ha ancora delle ore di autorità su di me. ed io lo lascio fare. è il vincitore assoluto  *prego accomodati finchè è il tuo tempo. aspetterò. ma non perchè ho delle aspettative per l’anno nuovo, non sono speranzosa per questo duemilaundici.
non mi augurerò nulla se non di non perdere più il sorriso e la forza. ed anche se quest’ultimo anno lo vorrei dimenticare, spero di non farlo. perchè è stato per me la dimostrazione di quanto poco ho saputo lottare, sfidare le disavventure e affrontare le difficoltà come ho sempre saputo fare. un anno pessimo non nel suo intero, non per quello che mi ha o non ha dato, ma per quello che sono stata io. troppe arrabbiature, troppe lacrime, troppa cattiveria.

quindi. da adesso comincerò a sorridere. perchè anche se ho perso di vista me stessa, ho trovato e ritrovato delle persone meravigliose. amici da cui mi ero allontanata ed altri che avevo solo sognato di incontrare. perchè anche se non so ancora chi sono e chi vorrò essere, ho capito chi sono stata. perchè anche se non mi piaccio, so quello che vorrei cambiare.

non mi auguro nulla per questo 2011. non voglio illusioni. nessuna lista da fare e spuntare. nessun piano se non il cominciare a credere in qualcosa di concreto.
non nella felicità, non nelle illusioni.
credere in me stessa è il primo passo per Diventare.

Annunci