racconti intorno al fuoco

di el

immagino di stare seduta attorno al fuoco con voi. stretti stretti. immagino di ascoltare i vostri racconti e poi raccontare il mio, mentre bestia disegna con il fumo quel che dico
immagino. e per questo devo ringraziare  Iaia e la sua idea. e i miei amici virtuali e non.

ed ecco la mia storia e qui tutte le meravigliose altre

la paura ti trasforma

La luna è blu questa notte.
Nella foresta, fra gli alberi e la musica del vento, si nota solo lei.
Tutto attorno nulla conta, neanche lui. Uomo leggero e senza sostanza.
Lui, uomo non uomo, padrone e vittima. Presenza assenza, re dei contrari. Colui che tutto può ma nulla dona, che nulla lascia e tutto cambia.
Col pensiero lui ti parla, coi suoi occhi ti trasforma.
Svolazza indisturbato, della stessa luce della luna.
Nel paese Tuttonulla lui vive e nacque, lui morì e cerca ancora. Lì dove il nero fu bianco, e l’odio nacque amore.
È il paese dove siamo, attorno al fuoco, questa sera. Ed è per questo che vi dico state attenti, non pensate. Lui è in cerca di te e di me, o tutti insieme.
Sua natura è il bisogno di sfamarsi e trasformare ciò che vede è il solo modo.
Temuto dal villaggio, il Mutosserva, assassino di certezze e cuori saldi, nella notte lui ti fiuta, come i cani, sente odore di paura e gioia rara.
Apre il cuore e poi trasforma, ti trasforma. Calda luce in fiato oscuro.

Prima vittima nei secoli fu lei, bambina pura, coi suoi sogni di famiglia ed amicizia.
Se ne stava nel giaciglio di erba e fieno a giocare coi pupazzi, amici cari. Gli parlava dei suoi sogni, grave errore. Dentro loro Mutosserva la aspettava, per carpire i suoi segreti e farli propri. Attendeva un primo cenno di paure per entrare nel suo cuore e trasformare quel di caro e dolce che fa andare, in silenzio e inevitabile dolore.
La bambina ingenua e piena di sorrisi, ha svelato la paura sottovoce.
Mutosserva non un attimo ha esitato.

Lui ti svuota, ti apre il cuore e lo ricuce, ti ritrovi bianco muto e senza amore.
Di una vita da passare senza fede.

L’esperienza a molti, non a tutti, l’ha insegnato.
I timori in Tuttonulla van celati per non viver nella vita di timori.

Non perdetevi.