di fiducia e vita

“La vita è un circo” si ripeteva ogni giorno guardandosi allo specchio. “la vita è un circo, in cui ognuno sceglie un ruolo”. C’è chi decide di ammaestrare leoni, affrontando sfide e rischiando la vita per sentirsi importante, per sentirsi al comando. C’è chi indossa un naso rosso e decide di provare a far ridere gli altri, sdrammatizzando e ironizzando. C’è chi si mette fra il pubblico, come un bambino a stupirsi o come semplice accompagnatore.
Lei aveva deciso di salire su un trapezio, arrampicarsi su una fune o dentro un cerchio e fare mille acrobazie. In bilico, in aria, volteggiando, cercando di avere il meno possibile i piedi per terra. Da sola, con le proprie forze. Gambe e braccia ben salde ma perdendo il contatto con la realtà. Quando saliva a dieci metri di altezza non guardava mai giù, spesso chiudeva gli occhi e cominciava con le sue evoluzioni, sentendosi libera. Con lividi e calli ma senza perdere la sua indipendenza e i suoi sogni.
Quando le dissero che sarebbe arrivata Sara, per un nuovo numero da fare insieme era spaventata. Sarebbe stata in grado di darle fiducia? Di lanciarsi nel vuoto dal trapezio per essere raccolta dalle sue mani? Avrebbe trovato un appiglio saldo e forte o sarebbe caduta giù?

Annunci